Firenze Classico d'Arte

Firenze Classico d'Arte

PRIMO GIORNO: 

Mattina: La visita di Firenze inizia dal luogo più rappresentativo della città, simbolo dei fasti e del potere della famiglia de' Medici Piazza della Signoria, Il colpo d'occhio offre una cartolina, fra le più amate al mondo, con il magnifico Palazzo Vecchio, edificato nel 1299 e così chiamato dopo che i Medici si trasferirono a Palazzo Pitti. Sul lato destro del palazzo si erge l'elegante     Loggia dei Lanzi, del 1376, che porta la firma di Simone Talenti e Benci di Cione e la fontana del Nettuno.   

e il Davide del Michelangelo

 

 

Pomeriggio: A destra di Palazzo Vecchio si apre un lungo passaggio che conduce all'Arno: ci troviamo ai piedi la Galleria degli Uffizi, considerata uno dei musei più prestigiosi al mondo. Una visita merita anche                              il Corridoio Vasarino ospitante l'originale collezione degli autoritratti di pittori famosi dal Medioevo al secolo scorso, oltre ad alcuni dipinti e ritratti dei Medici. Attraversandolo si ha il privilegio di una vista sull' Arno assolutamente unica ed esclusiva, soprattutto quando si passa sul Ponte Vecchio. Ma Firenze è in grado di incantare tanto per le sue bellezze artistiche che per quelle paesaggistiche.

 

 


 

Sera: Per apprezzare l'antica e rinomata tradizione enogastronomica toscana da non perdere

Enoteca Pinchiorri, dove per godere della sublime combinazione di sapori ed eleganza.

 

 

 

 

 

 

SECONDO GIORNO
Mattina: La seconda piazza della città che visitiamo è piazza Duomo ogni centimetro dei marmi bianchi di Carrara raccontano dell'estro e della genialità di artisti della portata di Giotto e Brunelleschi, con la sua Chiesa (Duomo di Santa Maria del Fiore), e il Museo dell’Opera.

 

 

 

 

 

Al centro della piazza l'edificio a pianta ottagonale è il Battistero di San Giovanni e il Campanile di Giotto, il cui progetto è del 1334 e l'artista vi lavorerà durante gli ultimi tre anni della sua vita.
 

 

 

 

 

Pomeriggio: Da piazza Duomo ci spostiamo su via borgo San Lorenzo, strada costeggiata da negozi e ristoranti, dove poter pranzare e proseguire con la visita della Basilica di San Lorenzo le Cappelle Medicee mausoleo dei Medici e la Chiesa della SS Annunziata All'interno della chiesa si può ammirare il Tabernacolo dell'Annunziata di Michelozzo che ospita un'immagine dell'Annunziata del XIV secolo il cui viso, secondo una leggenda, sarebbe stato dipinto da un angelo.
Sera: I prodotti della cucina toscana e i vini pregiati da acquistare o da gustare nei famosi ristoranti locali.

TERZO GIORNO
Mattina: Di fronte alla stazione sorge una delle chiese più belle di Firenze Basilica di Santa Maria Nonovella, all'interno si conservano importanti opere: il pulpito e il crocifisso in legno di Brunelleschi, la splendida trinità dipinta da Masaccio, la cappella di Tornabuoni affrescata dal Ghirlandaio, quella dei Bardi, con affreschi della scuola di Cimabue, e infine la cappella Strozzi con gli affreschi di Nardo e Orcagna che ritraggono Dante e Tetrarca in scene dell'Inferno della Divina Commedia. Sempre sulla scia dell'arte la Chiesa Ognissanti con il suo Cenacolo del Ghirlandaio. Sull'altra sponda dell'Arno Palazzo Pitti
Pomeriggio: Sosta e Relax nello splendido Giardino dei Boboli oltre per la bellezza scenografica importante per il suo impianto architettonico, e le numerose presenze scultoree disseminate nel parco.
Sera: Un giro in carrozzella tra i vicoli medievali, poi le prelibatezze della cucina toscana