Venezia centro storico

Venezia centro storico

 

Dopo aver preso dal Tronchetto, da Piazzale Roma o dalla Ferrovia il vaporetto della linea 82 o 1 (accessibili), che vi condurrà lungo tutto il Canal Grande, scendete alla fermata di S. Marco Vallaresso. Percorrete la Calle Vallaresso di fronte all’imbarcadero e terminata la calle andate a destra in direzione di  Piazza San Marco  girate a destra e dopo poco (superati i portici ci sono tre gradini da scendere) entrerete direttamente in Piazza, teatro di fastose cerimonie civili e religiose, di feste, tornei e cavalcate al tempo della Serenissima, oggi offre una veduta spettacolare.
Esiste comunque la possibilità di accedere alla Piazza senza alcuna barriera seguendo queste indicazioni: non superate i portici, girate a sinistra e percorrete Calle del Salvadego fino ad arrivare al bacino Orseolo; tenendo la destra raggiungerete un sottoportico che vi porterà direttamente in Piazza.
 
 
Si possono visitare il Museo Correr e il Museo Archeologico, entrambi collocati all'interno dell'Ala Napolenica e collegati tra di loro. L'ingresso consigliato per le persone con difficoltà di deambulazione è da calle del Salvadego dove, con preavviso telefonico o andando direttamente a domandare alla biglietteria (situata al primo piano), viene sistemata una pedana per accedere all'ascensore che porta al primo piano. Tra questo e il secondo piano, invece, è stato installato un servoscala.
All’interno del Museo Correr è stato allestito il Percorso del Bronzetto per non vedenti e ipovedenti, dotato di guida audio, fornita all'ingresso del museo con le informazioni relative all'esposizione; vi è inoltre uno speciale corrimano che guida il visitatore, attraverso le quattro sale espositive, nell'esplorazione tattile di bronzetti e altre opere scultoree.
Una volta entrati nella Piazza è possibile visitare la Basilica di San Marco, ammirabile nella sua affascinante composizione di stili in cui convivono mosaici che fondono oro e colori.
L'entrata più accessibile (attualmente è in restauro l’ingresso senza barriere) è quella a sinistra, anche se presenta un piccolo gradino da superare (circa 5 cm).
All'interno della Basilica, oltre ad una pavimentazione irregolare, ci sono alcune difficoltà:
- l'accesso alla Pala d'oro è condizionato da 4 gradini piuttosto ripidi
- il Tesoro si trova in una stanza laterale con due gradini non troppo alti all'ingresso e un gradino a destra e uno a sinistra all'interno della stanza stessa
- per la visita al Museo è necessario rivolgersi al personale perchè esistono un ascensore che porta al 2^ piano e due servoscala che permettono di fare l'intero percorso.
 
Usciti dalla Basilica, mantenendo la sinistra si arriva a Palazzo Ducale. espressione massima dell'arte veneziana, vi troverete alla Porta della Carta. Questo ingresso che immette nel cortile interno del Palazzo è accessibile alle persone con disabilità motoria, ma la biglietteria si trova sull'altro lato del Palazzo, dopo aver girato a sinistra.
Al piano terra è presente un servizio igienico accessibile.
Al primo e secondo piano del palazzo, dove si può arrivare con l'ascensore, sono visitabili le Sale Istituzionali e gli Appartamenti del Doge.
Restano invece esclusi dal percorso accessibile gli Itinerari segreti, l'Armeria e le Prigioni.
Uscendo dalla Porta della Carta del Palazzo Ducale si può ammirare solo dall’esterno il Campanile di San Marco con la Loggetta del Sansovino e
 
a destra sul lato opposto della Piazza la bellissima Torre dell'Orologio con i due mori che battono le ore.
Sotto la Torre dell'Orologio iniziano "le Mercerie", la famosa e lunghissima calle con nu